Steam Rail - SANTAPOLENTA

€15.00

(...) Schiacciare il pulsante krodolotico consente a Steam e alla sua banda di infilarsi in dimensioni parallele, misteriose e allucinanti eppure un palmo dal già noto.

Quello di Steam Rail, infatti, è l’elogio del minuscolo, dell’infinitesimale, del piccolo, e – se vogliamo, per estensione – dell’insignificante. Già il protagonista è un bambino, una furia della natura, un concentrato di energia in pochissimi centimetri. Con il procedere delle storie, i “grandi” si sono come “ritirati” dalle vignette del fumetto, come accade in Calvin&Hobbes, ad esempio, o più ancora compiutamente nei Peanuts. E al posto di iper, mega e rutilanti super, Paolo Zaniboni oppone invece fin dal 1995 (la prima apparizione sul settimanale il Giornalino, dove ancora oggi “sferraglia” il trenino fantastico con a bordo i suoi piccoli ferrovieri, è del 1 gennaio di quell’anno) il minuscolo, il “microbo” per usare una parola tanto cara a Breaky, la sorella del nostro ferroviere dell’avventura.


Paolo Guiducci